Unione Industriale Torino - Head Sponsor

Unione Industriale Torino

L’Unione Industriali Torino sostiene lo Space Festival per valorizzare un settore fondamentale nella crescita economica della città e del Paese. L’aerospazio merita di essere conosciuto meglio, facendovi avvicinare un numero sempre maggiore di persone e di imprese. La Space Economy, infatti, offre nuove e importanti opportunità di lavoro e di business grazie alle sue rapidissime traiettorie tecnologiche, agli ingenti investimenti pubblici e privati, alla presenza di player fortemente innovativi.
L’augurio è che queste giornate, fitte di appuntamenti, possano ispirare le nuove generazioni e le imprese desiderose di mettersi in gioco ad avvicinarsi a questo settore, aprendosi alla scoperta di tutte le “infinite” opportunità che lo spazio può riservare.

Secondo Morgan Stanley, la Space Economy mondiale arriverà entro il 2040 a un fatturato di oltre 1.000 miliardi di dollari, dagli attuali 350 milioni. Si tratta di una crescita spettacolare, senza precedenti.
Non è un caso che alcuni tra i più grandi e visionari imprenditori del mondo, Elon Musk, Richard Branson e Jeff Bezos, si siano gettati a capofitto nella corsa allo spazio, investendo milioni di dollari e dedicando alle loro imprese spaziali energie e attenzioni straordinarie. Non solo per realizzare i loro sogni – lo Spazio è certamente il territorio di elezione per i sognatori - ma anche per sperimentare e collaudare tecnologie, metodologie, processi, materiali radicalmente innovativi, che presto o tardi troveranno applicazione anche sulla Terra. E che possono generare importanti profitti.
Il nostro Paese è all’avanguardia nella Space Economy. Siamo tra i maggiori contributori della ESA (l’Agenzia Spaziale Europea) e le nostre aziende partecipano da protagoniste alle principali missioni spaziali, non solo europee. L’industria piemontese, in questo campo, è in prima linea: molti tra i leader nazionali ed europei della Space Economy hanno una presenza storica sul nostro territorio, dove operano con centri di ricerca, unità di controllo missione, impianti produttivi. Grazie alla tradizione manifatturiera e meccanica nella nostra regione, infatti, possiamo vantare un’articolata rete di fornitori e componentisti, composta da imprese medie e piccole, ben collegate alle supply chain nazionali e internazionali. Secondo uno studio del DAP-Distretto Aerospaziale Piemonte, sono almeno 280 le imprese che lavorano in questo comparto, con quasi 15.000 occupati e oltre 4 miliardi di fatturato.